Adult Stories Forum

Go Back   Adult Stories Forum Historias de sexo italiano Anal

Reply
 
LinkBack Thread Tools Search this Thread Display Modes
DurumOffline
No Avatar
Uyarý:
Profil detaylarýný görmek için üye giriþi yapmalýsýnýz

Üyeliðiniz bulunmuyorsa Kayýt ol linkine týklayarak kayýt olabilirsiniz.

Dall'inizio

 
Post #1


Dall'inizioDall?inizio (2018) di Milly-Arturo e GiorgioQuesta storia te la racconto dall?inizio, parla di noi due, Lui e Lei, Giorgio e Milly, coppia a cavallo della cinquantina, con un terzo incomodo, Arturo.Chi è Arturo? Chi è mi chiedi? Un amico, per ora, solo un amico virtuale, con cui scambiarsi esperienze in rete, al punto che si conoscevano ormai bene, ma solo virtualmente.Conosciuti in una chat alla quale sono approdati, tutti e tre, per il gusto di un gioco proibito e di regalarsi brividi e sensazioni che la vita ordinaria ha, da tempo, offus**to con la sua contingenza. Divenuti poi complici nel tempo, con affinità tra Milly ed Arturo, che li ha avvicinati in molte confidenze, lei spinta da Giorgio e lui interessato allo spiraglio che lei poteva offrire. Alle primissime timide ed impacciate confessioni hanno fatto seguito momenti di maggiore complicità in cui Giorgio cercava di coinvolgere la sua donna su un piano leggermente più malizioso scontrandosi, però, con la comprensibile ritrosia di lei dettata probabilmente da un maggiore autocontrollo connesso con una minore spensieratezza tipica dell?età adulta. La conoscenza tra la coppia e il terzo incomodo, puramente legata alla rete, al virtuale, si è poi approfondita quando il Lui di coppia, in un momento in cui la razionalità aveva lasciato spazio all?istinto aveva convinto Milly a fare una prova, un gioco di ruolo. Convinta non proprio, forse costretta, ?ingannata? o stimolata."Adesso mi devi spiegare cosa intendi quando mi chiedi qualcosa in più" diceva Milly.I due avevano appena finito di fare all'amore e Giorgio per l'ennesima volta chiedeva qualcosa in più, dopo anni di matrimonio. Non riusciva a capire cosa volesse."Sempre di più cara, come sempre, mi conosci, sono insaziabile! Qualcosa di diverso, qualcosa che ci ecciti maggiormente e che rafforzi il nostro legame, magari qualcosa che risolva il mio problema"Il problema del marito è che lui è bravo di lingua e con le dita mi fa impazzire, però quando mi penetra dura poco, uno, due minuti al massimo e se ne viene. A volte lasciandomi un po di amaro in bocca, a volte mi finisce con lingua e le dita ma rimane sempre una piccola insoddisfazione. Recentemente poi si addormenta subito, e io resto con la voglia. "Allora cosa vorresti?" chiese lei, come tutte le donne hanno un sesto senso per le sensazioni dell?amore, se vuoi possiamo guardare un porno assieme?Quella sera, abbiamo messo un video porno e Giorgio mi ha chiesto di mettermi davanti al video, e di fingere di leccare l?uccello gigantesco che si vedeva nel film. All?inizio ero un po? stranita, poi pian piano ho visto che mi piaceva vedere che si eccitava guardandomi e lui se ne è accorto e mi ha chiesto - ?Ti piacerebbe Milly leccare un cazzo vero davanti a me??, io ero tanto eccitata dal gioco che gli ho detto di si e questo è stato l?inizio di tante fantasie, mai messe in pratica. Alla stessa domanda un altra volta rispose ?lo sai, vorrei il culo!? ?No mai??Qualsiasi altra cosa, ma quello no?. Lui prima tace e ride. Poi:"Qualsiasi? Allora questa: mi piacerebbe?. E guarda che hai promesso?. Mi piacerebbe proprio vederti con un altro!""Cosa? dovrei scopare con un altro?" "Giocare, interagire e perché no godere, ma solo se lo farai in mia presenza""Dovrei farti cornuto mentre magari tu ti spari una sega? ma tu sei fuori, cosa ti passa in mente, non se ne parla neanche!! Porco!""Va bene, scherzavo per provocarti, non parliamone più"Ho fatto l'offesa, non potevo dirgli che la cosa da qualche tempo intrigava pure me.Quindi lei doveva, per accontentare loro due, fare un incontro con l?altro. Decisero di chiedere a questo Arturo il suo numero di telefono facendo si che oramai, quasi quotidianamente, condividessero da amici di penna e confidenti al telefono, dei momenti insieme sentendosi come due amici quasi di vecchia data.Arturo, informato e spinto da Giorgio doveva stimolare Milly con i tempi di lei. Primo passo: incontrarsi con Milly in un locale.L?emozione quindi delle loro primo incontro, dopo le telefonate era vera, Milly che chiamava lo sconosciuto, con quella sensazione di fiato rotto, la bocca dello stomaco che si chiude, le mani leggermente fredde?discorsi impacciati?sembravano quasi alla loro prima volta, anche se lei doveva farlo come una prova di coraggio, una simulazione, fare l'attrice e non essere la solita timidona. Il tempo avrebbe fatto il suo corso? La confidenza accresciuta avrebbe comportato una maggiore serenità tra i due, permettendo loro di iniziare a vivere quel loro rapporto.Non era una vera relazione, sapevano che non lo sarebbe mai stata, le loro vite erano indirizzate su percorsi paralleli in cui ciascuno dei due sapeva bene come lambire lo spazio dell?altro senza mai invaderlo rispettando i propri e gli altrui confini. Ma la complicità tra maschi voleva oltrepassare i limiti. Durante l?ultima telefonata Lei o l?Altro poco importa, aveva proposto di vedersi almeno una volta per dare un momento di tangibilità alla loro conoscenza fin lì assolutamente svolta su piani di virtualità.Si erano raccontati che sarebbe stato per un caffè ma ben sapevano che sarebbe stata quasi certamente una scusa, lo sapevano tutti e due quando, dopo la giornata di lavoro varcavano la soglia del bar in quel pomeriggio di tardo autunno. Giorgio, che era il promotore dell'incontro era già li, in un tavolo d'angolo, dietro al giornale, per osservare l'arrivo dello sconosciuto. Lei sembrava tardare.E se non si presentava, restavano solo loro due, due amici a bere un aperitivo. Poi per ultima l'ingresso di Milly che incontrava così per la prima volta Arturo.Lei entrò lentamente volgendo lo sguardo attorno, cercando con lo sguardo il marito, e li vide sorridere entrambi.Lei arrossendo violentemente fece qualche passo indietro, come per scappare, ma Giorgio quasi la bloccò fingendo di uscire, frapponendosi tra lei e la porta, e quasi la spinse verso il tavolo di Arturo che si alzò andandole incontro e salutandola. Si sedettero ed iniziarono a parlare mentre i loro sguardi si cercavano ma contemporaneamente si abbassavano una volta incontratisi.Parlarono, per un tempo che fu piuttosto indefinito, anzi parlarono quasi solo i due uomini facendo le presentazioni, e dopo poche parole Lei imbarazzatissima, arrossiva e restava inquieta. Non sapeva che dire. Ed era turbata. Rossa in viso, si agitava. Arturo disse: ?Scusate, vado una attimo al bagno? e si alzò con questa scusa lasciandoli soli. Pensava tra se che era meglio lasciarla calmare, dopo qualche minuto poteva tornare, ma con il rischio di non trovarli. Ma se restava? Era un buon segnale per il resto della storia.?Che c?è cara, sei troppo silenziosa, sei turbata, non ti piace il tipo???No è che mi ha fatto piedino, e mi toccava sotto il tavolo, è intraprendente Arturo!??Se ti dà noia o non vuoi lo salutiamo così??No.? Rispose ?E che se devo farlo lo faccio per i tuoi occhi, non di nascosto a te!??Giusto, chiariamo con lui le cose appena torna?E così fecero, dettando le regole che la coppia voleva: naturalmente per Arturo non c?era alcun problema si sarebbe adattato ai loro voleri. Preso coraggio Milly disse:?Prima regola si fa solo quello che dico io e dove e come voglio io! se poi si inizia a fare qualcosa di fisico, e ne dubito, decido io che fare. Come fare, voi due siete ai miei ordini, io sono quella che comanda e voi obbedite. Ho i miei tempi che sono lunghi e faccio solo per Giorgio e davanti a lui. Se mi va inizio io i preliminari e eventualmente solo sesso sicuro, quindi con il preservativo! Importante: escluso il sesso anale: non mi piace, al primo tentativo mi arrabbio e poi scappo! Quindi nessuna costrizione, niente sado-maso, o imposizioni: non chiedere! al massimo puoi supplicare, se mi va, però comando io ! Se dico basta è basta! niente violenza ovviamente. Tutto deve essere da me approvato e consentito anche da Giorgio.? ?Ok ai tuoi ordini? rispose Arturo.?E niente baci, ovvero, non voglio essere baciata in bocca, se il mio compagno vuole posso essere baciata altrove. Capirai se puoi avanzare. Se desidero infrangere qualche regola, inizio io e lo faccio sapere chiaramente? - ?Va bene, sono tuoi desideri, che mi avevi scritto chiaramente, per me ordini!?Credeva di esser una brava attrice, e finse di stare al gioco, ma non riusciva ad interpretare del tutto quella parte. Tremava, la voce farfugliava quando disse ?Andiamo? Alla fine si alzò, seguita da Arturo e da Giorgio che al volo la prese per mano e cingendola al fianco la indirizzò verso l'auto. Giorgio salì alla guida, dopo aver fatto accomodare lei dietro, e fatto salire Arturo di fianco a lei. Si fermò in un parcheggio isolato e si girò per guardare. A dire il vero li aveva controllati dallo specchietto mentre guidava, ma i due erano seduti come automi, senza parlare, senza muoversi per il breve percorso. Aveva preso pure una rotonda allegro, sperando di far si che lei, seduta subito dietro, si spostasse, ma avevano le cinture allacciate, da bravi passeggeri. Parcheggiato in un posto isolato, tira il freno a mano, e si gira a guardare. Solo a questo punto Milly, sorridendo al marito iniziò a ?.. metter la mano sulla coscia del passeggero, e rivolta al marito disse: ?Posso?? ?Certo? rispose, ?Fai quello che vuoi?. ?Non aspettiamo altro!? aggiunse Arturo.?Vediamo com?è? Slacciate le cinture, sia quelle della vettura che quelle dei pantaloni di lui, aperta la patta ci mise con la dovuta lentezza la mano dentro.?Ohhh E già duro, vediamo? tu stai fermo!? Faceva tutto lei, preso in mano, espose il gioiello abbassando l?intimo e iniziò a segarlo, vedendolo contento, si complimentò, aumentò il ritmo, dicendo: ?Oggi mi va ti farti solo una sega! - Faccio come avevo fatto a Giorgio la prima volta, anche se lui a quest?ora mi sarebbe già venuto in mano!? Ridendo aumento velocità ed ampiezza dei movimenti, scappellando del tutto l?uccello per poi ricoprirlo del tutto nel movimento di mano, fino a quando, dopo non molto Arturo non sborrò abbondantemente.?Ehi, quanta pappa, ne fa molta più di te cornutone mio!? così dicendo si sporse verso il marito e lo baciò sulla bocca in un intenso bacio?. Ignorando completamente l?altro. Arturo ne approfittò per darle qualche palpata, ma lei lo fermò.?Dai andiamo a casa, disse voglio essere scopata!? ?Da Arturo?? ?No da te, adesso basta triangoli per oggi, mi spiace?. Ma per ora basta, ti ho fatto venire Artù, ma ora vai, io torno da mio marito!??..Questa è la storia del primo incontro, apparentemente un fiasco, che non scoraggiò l?amico, anzi lo eccitò ed attese qualche giorno per un secondo appuntamento. Che fu in una comoda stanza. Un albergo della zona, usato ad ore per incontri galanti.Salirono tutti e tre insieme, e lei si rinfrescò sotto una doccia lunghissima mentre pensieri e sensazioni turbinavano.?.Lei chiusa in bagno era indecisa. I suoi pensieri. No, non posso uscire, andare di là nella camera, dopo essermi qui rifugiata con la scusa di rinfrescarmi con una doccia, profumata per bene e preparata. Non riesco a decidermi. Ho indossato lentamente l'intimo nero e le calze autoreggenti. Mi vergogno, e mi ritrovo eccitata dal mio stesso pudore. Come mi sono messa in questa situazione? Per una scommessa! Vorrei non essere qui.Per accontentare lui. Ma io, io voglio farlo?Prendo tempo, e per farmi coraggio bevo un altro sorso del buon vino rosso che mi sono portata appresso, dopo il brindisi in camera. Vino forte corposo, inebriante.Mi profumo un altro pò con quel fragrante aroma francese che tanto mi piace, e sento bussare alla porta, la nota voce che chiede impaziente ?? allora cara, tutto bene, sei pronta??Non risponde, si guarda allo specchio, nonostante l'età non più giovanissima sono ancora piacente, truccata poco, ma il viso è teso.?Dai! Milly, esci da quel rifugio, e fammi vedere che sai fare!?Decide e apre la porta che immette nella stanza, in penombra, il letto è debolmente illuminato da uno degli abat-jour del comodino, e imbambolata esce verso il centro della stanza, poco arredata.Oltre al lettone c'è un tavolino con le bottiglie semivuote e due bicchieri svuotati, ci appoggio il mio pure vuoto, mi gira un po la testa, e vedo il mio compagno seduto su una sedia che mi sorride. Vado verso il letto, occupato da un'altro corpo che mi attende, e così seminuda mi infilo sotto le fresche lenzuola. Tocco una gamba calda e muscolosa mentre mi sposto dentro il comodo giaciglio, per girarmi da supina a prona, e restarci immobile.Silenzio, sento un fruscio e una calda mano che mi accarezza la schiena, fremo.Giorgio, alzato dalla sedia si è avvicinato, e scoprendomi lentamente dal lenzuolo chiede: ?tutto bene? Fa abbastanza caldo? Io resto seduto come d'accordo, sono qui e sai che è quello che vogliamo, vero? Arturo, ora fa quello che lei ti permette, amico!? Lo sento arretrare, ho la testa immersa nel cuscino, e fingo di essere insensibile, come morta.Ma le due mani calde, estranee, mi manipolano e mi accarezzano ovunque, slacciando il reggiseno, e mi fanno ansimare ora.Lascio fare anche ora che si insinuano sui miei seni e quasi mi alzano, palpeggiandomeli sapientemente, delicatamente ma con vigore. I capezzoli si sono induriti, e mi sento bagnare sotto?. Accidenti non pensavo di essere così ?. pronta, e arrendevole! (segue?) con la fantasia...Non mi piace! no, non mi piace, non mi piace, non, ... mi piace ... ma mi sto eccitando, sento che il mio corpo ora non è più rigido, il continuo massaggio mi fa effetto.Sento le due mani calde che mi manipolano ovunque, ora passando attorno alle scapole, il massaggio al collo e mi esce un gemito, mi mordo le labbra.Con il palmo delle mani scende sapiente verso i fianchi, tremo e gemo mentre mi passa poi sui glutei, e sento il suo corpo caldo che si appoggia, fa caldo.Mi massaggia ovunque, ed ora respiro affannosa e rantolo di piacere mentre mi tocca, è bravo con le mani a massaggiare, eccitarmi e rilassarmi.Con decisione mi allarga le cosce, accidenti, sono nuda, mi ha già sfilato lo slip! Mi tocca ovunque delicato e lascivo, non m'importa, e si appoggia di più, con il corpo mi è sopra e sento strusciare sul mio braccio qualcosa di molto caldo, me lo avvicina sempre di più mentre si sporge con la testa verso le mie gambe, e sento una lingua che inizia a umettare la mia pelle delicata e fremente tra il posteriore e il sesso, aspetto quasi urlando di piacere che mi faccia godere così.... aspetto ma intanto sento il suo sesso sopra il dorso della mia mano, lo ignoro un po ma poi lo devo prendere, si, lo sto stringendo è duro, stringo con forza, bello duro e caldo, sembra una sfida. Già la prima volta lo ho masturbato questo bel cazzone, in auto, ed ora, fin dove voglio andare?Godo un poco e si, davvero voglio di più? Voglio.Inizio a segarlo, e per magia Arturo fa lo stesso movimento con la lingua sul mio sesso. Sento il suo fiato caldo tra le cosce, e la sua bocca che mi bacia, e stringo un'asta calda tra le dita.Riprendo e riprende, ora godo, ansimo e non posso trattenermi. Lo masturbo sempre più forte, e godo, sempre di più con la sua lingua che guizza frenetica nel mio intimo.Nella foga mi muovo, non riesco a star ferma, inarco la schiena e lo tocco, mi struscio e per farlo godere meglio, ricambiata a gemere, mi giro. Siamo nella posizione del 69 ? che adoro, ma che mi fa girare la testa, mi inebria, so già che non ho scampo. Ho il terrore che mi balena al ricordo della schizzata vigorosa che l?amico aveva fatto in auto, non voglio che mi annaffi il viso e i capelli, ma non so, non è mio marito, non? mi gira la testa? il pensiero di questo cazzo davanti a me No non lo posso bere tutto, temo di soffocare se mi viene in bocca, sposto verso i piedi l?uccello durissimo, puntandolo come un?arma verso la poltrona.Mi offro al piacere e vedo così Giorgio che ci guarda, eccitato e compiaciuto.Penso che porco il mio lui e che porca posso essere per lui.Nemmeno quando guarda un film erotico è così eccitato, si sta masturbando seduto comodo sulla poltrona, ci guarda e che faccio? Mi guarda e mi sembra di essere la protagonista pornostar di quel film erotico che mi ha fatto vedere. Gli sorrido, ed ora mi trovo a gambe aperte, con una lingua che mi titilla il clitoride e vengo come non mai. Quando nella concitazione mi scappa l?asta del cazzo di marmo che cerco di allontanare, mi sbatte contro la fronte e le guance, sembra che cerchi di punirmi perché mi fa godere, ed io lo trascuro e allontano dal viso. Non trattengo i mugolii. E mi ritrovo con un altro sesso vicino alla bocca, questo cazzo così birichino, per me nuovo, diverso dal cazzo circonciso di Giorgio, questo è più giovane, e ha ancora il prepuzio che copre la punta, e sembra invitarmi a scoprirlo a provarlo, ad assaggiarlo, profuma di maschio muschio mmmmmm.Ora non posso non provarlo, il mio uomo mi fa un cenno osceno sorridendo, e, dopo aver mi trovo a baciarlo, e con le labbra spingo verso il basso la pelle del glande, una sensazione del tutto nuova, è diverso dal solito, e scivolando mi trovo in bocca il glande più saporito che mai, lui spinge con le anche, mi irruma e mi trovo ad inghiottirlo fino in fondo, dopo averne sentito il sapore delle prime gocce da uomo sulle labbra, me lo spingo in fondo alla gola e una calda eruzione mi fa godere ancora! Tutte le mie prime barriere sono state infrante, giaccio nel letto con le cosce spalancate, la bocca piena, mi sembra che abbia goduto dentro di me come un maiale tante volte, quanto le mie.Goccie di sperma mi scendono dal collo, dalle labbra, le sputo nel lenzuolo, mi pulisco il viso, sono tutta impiastricciata ed appiccicosa, Non volevo finire così, ma il profumo del sesso mi piace. Mi è sempre piaciuto, e questo nuovo sembra più forte che mai, non c?ero più abituata.Ora Arturo e Milly erano sul lettone, stremati. Lui stemperò quel momento di imbarazzo con un abbraccio che condusse lei a poggiare il capo sul suo petto perdendosi nella sensazione di quel corpo su cui appoggiava la sua guancia, mentre i suoi capelli solleticarono la pelle di Lui. Silenzio, nessuno osava parlare.Il respiro di Lui lento la portò a felicemente smarrire la sua iniziale titubanza e lentamente il corpo di Lei si avvicinò a quello di Lui fino a diventarne un tutt?uno. Si intuirono, si percepirono, si mossero lasciando che i loro corpi dessero e si regalassero ancora piacere.Mani, sospiri, bocca, labbra, gemiti, corpi, pelle, movimenti lenti, solletico, umido, salmastro, lieve dolore e poi immenso piacere, corpo, carne, muscoli contratti e rilasciati , morsi lievi e brividi protratti , mani che stringono e lasciano.. e poi altri orgasmi, tanti, da troppo tempo attesi.Come lampi nella notte in un susseguirsi di sensazioni che lacerano l?oscurità come lame di luce. A lei non era mai capitato di essere scopata tanto e così a lungo. Ora era sotto di lui che la penetrava, dolcemente, ma a fondo. ?Si, scopami? diceva lei, come drogata di sesso. Mi ero dimenticata del marito, che ancora li guarda ?.. e mi ero dimenticata pure di far mettere il guanto all?amico. Pazienza, non sono fertile in questo periodo. Lui godendo esce e le schizza ovunque sulla pancia. Contrazioni, diversi getti, che arrivano fino ai seni, "Non volevi essere cornuto? ecco questa è stata l'occasione giusta?.Non finisce di rendersi conto di ciò che è successo che già ha di nuovo l?uccello duro di Arturo che le bussa sulla pelle. Lei si meraviglia e fa capire chiaramente che non si aspettava tanta vitalità.Ben messo il tipo, non troppo lungo ma di una buona circonferenza, con tante venature su tutta la sua lunghezza.Adesso comanda nuovamente lei, facendo avvicinare e spogliare Giorgio e sdraiare Arturone sul letto, Milly si mette a pecora, ricominciando a baciare dalla palle per poi risalire lentamente alla cappella, la ingoio e giù di in fondo alla gola, lo tengo un attimo così, quasi a soffocare, poi lo estraggo di colpo tutto bagnato dalla mia saliva."Tu cornuto, trombami tu ora mentre mi dedico e spompino questo cazzo, senti come mi ha allargato per bene un vero toro!"Una meraviglia, un cazzo in bocca e il cornuto che mi scopa, non resisto e vengo per l?ennesima volta. Sia lei che Arturo sembrano in estasi. Giorgio invece viene, grugnendo, ma non capisco se tutto quello che esce dalla vagina è il troppo seme di Arturo, i miei liquidi o il suo, e poi si ritira nuovamente in disparte a guardare. "Adesso mi faccio scopare ancora del nuovo cazzo, ci ho preso gusto! nel frattempo segati che voglio vederti godere mentre mi chiavo di nuovo il tuo amico"Questa volta prendo un preservativo, uno di quelli stimolanti, vesto il bel cazzo di Arturo, mi posiziono a smorza-candela con la schiena rivolta verso la sua faccia, me lo infilo tutto e comincio a cavalcare."Guarda cornuto come tua moglie si chiava questo bel cazzone, guarda come godo e quanto dura, tu sei già moscio, ma continua a segarti maiale, ti piace vedere tua moglie godere con il cazzo di un altro, guardami come me lo godo, guarda porco e godi come sto godendo io, quando sei maturo vieni, vieni sborrami in bocca mentre il tuo amico mi sborra dentro!"Cavalcai per almeno un quarto d?ora, al punto che ormai mi facevano male le anche, prima di sentire il sacchetto gonfiarsi, e prima di prendere lo schizzetto di Giorgio sui seni?. Poi non so per quanto mi addormentai.OOOH mi sono svegliata!!!Giorgio caro che sogno erotico che ho fatto, adesso mentre mi trombi te lo racconto, senti come sono bagnata!!!!Allora te lo dico Dall?inizio! Questa storia te la racconto dall?inizio, parla di noi due:di Lui e Lei, Giorgio e Milly, coppia a cavallo della cinquantina, con un terzo incomodo, Arturo.Chi è Arturo? Un amico, per ora, solo un amico virtuale, con cui scambiarsi esperienze in rete, al punto che si conoscevano ormai bene, ma solo virtualmente.?
08-03-2022, at 10:43 PM
Alýntý
Reply

Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes



Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2022, vBulletin Solutions Inc.
gaziantep escort bayan gaziantep escort seks hikayeleri gaziantep escort malatya escort bayan kayseri escort bayan eryaman escort bayan pendik escort bayan tuzla escort bayan kartal escort bayan kurtköy escort bayan ankara escort kayseri escort seks filmi izle halkalý escort avcýlar escort ankara escort ... bursa escort bursa escort bursa escort ... etimesgut escort mecidiyeköy escort þiþli escort canlý bahis güvenilir bahis illegal bahis canlý bahis bahis siteleri canlý bahis escort escort escort escort escort escort escort escort escort